La situazione della Fondazione IDIS ed il contributo di “Amici di Città della Scienza”

La situazione della Fondazione IDIS, Città della Scienza sembra aggravarsi sempre di più e precipitare verso un punto di non ritorno.
Come associazione nata per sostenere la Fondazione IDIS ed ampliare il suo raggio di azione “Amici di Città della Scienza” assiste, con grande tristezza, ad una crisi cui convergono scontri nella governance, lavoratori senza stipendio da mesi, disinteresse della politica e delle istituzioni.
Sembrano lontani anni luce i giorni del 2013 quando si riuscì a coalizzare la città di Napoli, la Regione Campania, il Governo Nazionale per avviare, da subito, l’opera di ricostruzione di ciò che era andato distrutto nel rogo del 4 marzo.
Come “Amici” esprimiamo la speranza e la volontà di impedire che venticinque anni di attività nel campo della divulgazione scientifica e di un’impresa innovativa non vadano dispersi.
Si costituisca un assetto di governance tale da permettere la continuazione di Città della Scienza, si richieda l’intervento delle istituzioni, locali e nazionali, per salvaguardare un bene di tutti, si estenda l’invito alla collaborazione in un’opera di riavvio cui tanti soggetti possono essere interessati!
Non è solo una questione finanziaria: occorre recuperare l’idea, che oggi sembra smarrita, dell’importanza di Città della Scienza e del patrimonio di conoscenze e di competenze rappresentato dai suoi lavoratori e condividerla con il maggior numero di soggetti possibile.
Noi siamo disponibili!
                                                                                                         Ferruccio Diozzi, Presidente di “Amici di Città della Scienza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *