In ricordo di Modesto Pecora

Marika Belardo, Luigi Di Palma, Nicola Paletta

In ricordo di Modesto Pecora

Spesso ci occupiamo di personalità “sotto la luce dei riflettori” ma i cui “risultati” non sono entusiasmanti.

Con queste righe vogliamo invece ricordare un collega scomparso qualche mese fa che ha sempre costruito molto, pur se lavorando “in punta di piedi”.

Intendiamo riferirci a Modesto Pecora, scomparso il 25 novembre scorso: ingegnere aeronautico, è stato per molti anni una figura di riferimento per l’ingegneria aeronautica nazionale ed internazionale ed un caro amico.

Esperto di strutture, carichi e aereoelasticità, ha trascorso metà della sua carriera nella Direzione tecnica dell’Aeritalia (poi Alenia) di Pomigliano d’arco e metà al CIRA, il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali di Capua.

Come logico ed indispensabile (vorremmo dire) complemento dell’attività tecnica in ambito industriale e nel centro di ricerca, Modesto è stato per molti anni professore supplente della cattedra di Aeroelasticità Applicata presso la Seconda Università degli Studi di Napoli (ora Università della Campania “Luigi Vanvitelli”) e docente di numerosi corsi di Dottorato e Specializzazione.

Modesto era empatico, generoso, fuori dagli schemi. Rifuggiva dalle persone grette e mediocri, apprezzava l’umiltà ed era molto vicino ai meno fortunati.

Parte della sua vita, e di certo la totalità di quella professionale, erano gli aeroplani o meglio i problemi che essi ponevano, la passione ed il “gusto” che aveva nel risolverli. Un amore viscerale ed intimo al punto che, giovanissimo, dopo un primo anno universitario in Giurisprudenza, in opposizione alla volontà del padre che lo voleva avvocato, aveva scelto di iscriversi ad Ingegneria Aeronautica.

Da allora non ha più abbandonato il settore diventando, tra l’altro, un punto di riferimento e un mentore per molti colleghi più giovani, contribuendo a dare lustro alla tecnica italiana.

Ciao Modesto che tu possa riposare in pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *